Il VO2max secondo Jack Daniels

Oggi presento uno dei classici del VO2max proposto da Jack Daniels. Non è quello del Whisky, ma un emerito fisiologo due volte medagliato ai giochi olimpici nel pentatlon moderno. E’ stato uno dei primi ad interessarsi approfonditamente del VO2max applicato alla preparazione degli atleti di fondo. Daniels sostiene che per essere efficace la durata delle ripetute deve essere attorno ai 5′ perché il transiente metabolico, di fatto, rende il lavoro attivo ridotto a 3′ ad ogni ripetizione. In realtà sappiamo che, con le ripetute successive alla seconda, il tempo per la messa a regime della fosforilazione ossidativa si riduce notevolmente, comunque allenarsi ad alta intensità per periodi prolungati favorisce lo sviluppo delle componenti periferiche del VO2max, ovvero della capacità delle fibre muscolari di estrarre ossigeno dal sangue. Rimando come sempre all’articolo sul calcolo delle andature per avere i corretti riferimenti.

Veniamo alla pratica:

15′ riscaldamento

4-6×5′ VO2max rec. 1:1 jogging

10′ defaticamento

Buon Allenamento

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...