Le ripetute alla Arcelli

Oggi un altro classico del VO2max, le ripetute introdotte da Enrico Arcelli. Questo tipo di allenamento è indirizzato alla componente centrale del VO2max, cioè al condizionamento del miocardio. Il VO2max è dato da VO2 max = FC x Gs x Δ(a-v), dove FC è la frequenz cardiaca, Gs la gittata sistolica e Δ(a-v) è la differenza artero-venosa di ossigeno. Le prime due componenti si dicono centrali, perché dipendono dalla quantità di sangue eiettata dal cuore, mentre l’ultima è detta periferica perché è condizionata dagli scambi gassosi a livello delle fibre motorie. Le ripetute che propone Arcelli hanno lo scopo di fare aumentare violentemente la contrazione del miocardio (cuore) inducendo, come adattamento, un aumento del volume eiettato. Perché abbiano effetto occorre che ci sia un veloce aumento della frequenza e della forza di contrazione del cuore, quindi la pausa deve abbassare sensibilmente la Fc. Veniamo alla pratica. Occorre trovare un tratto di salita con pendenza superiore al 12% (meglio 15%)’ quindi si effettuano 8-12 ripetizioni da circa 60m a velocità massimale recuperando fino a riportare la Fc ad un livello inferiore di circa 60-80 bpm. La forbice dipende dalla Fcmax dell’atleta. Riassumendo avremo:

15′ riscaldamento
8-12x60m max rec. -60/80bpm
10′ Fl
15′-20′ Fm
10′ defaticamento

Buon Allenamento
Cristiano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...