Esercizio fisico e Alzheimer’s

L’esercizio fisico non finisce di riservare sorprese. Più volte ho parlato dell’effetto preventivo dell’attività fisica e del movimento in diverse patologie di carattere prevalentemente metabolico, come il diabete di tipo 2, la sindrome metabolica, l’obesità e l’insorgenza di molte forme tumorali. alzheimers-brainpuzzle-512Se questo non bastasse sempre più ricerche confermano il ruolo dell’esercizio fisico come “medicina” preventiva verso diverse forme di malattie mentali. Le persone con il gene APOE e4, sono più predisposte a contrarre malattie mentali e demenza in età avanzata, il classico caso di genetica “svantaggiosa”.

Continua a leggere…

Allenamento ed epigenetica

E’ ormai accertato ed accettato che l’inattività è una, se non la principale causa di diverse patologie. Non mi stancherò mai di ripetere che l’uomo è movimento e il suo fine è produrre delle azioni. dna-strandsUna delle domande che i ricercatori si sono posti è in che modo il movimento agisce sul nostro muscolo modificandone le proprietà funzionali, ad esempio rendendolo più capace, ad esempio, di assimilare il glucosio e di prevenire l’insorgere del diabete di tipo 2.

Continua a leggere…

Lo yoga per il recupero psicofisico

La ricerca scientifica si è interessata agli effetti sulla salute derivanti dallo Yoga inserendolo, al pari della meditazione e del Qi Gong, nell’elenco delle pratiche contemplate dalla medicina integrativa. Uno studio molto interessante di Sinha e collaboratori (2007) ha indagato l’efficacia della pratica dello Yoga nel contrastareyoga-brain-main l’effetto negativo dei radicali liberi sulle cellule. Continua a leggere…