Timing dell’esercizio fisico e alimentazione per la salute

Un altro caposaldo della letteratura scientifica ha subito un contraccolpo grazie ad uno studio pubblicato sul Journal of Applied Physiology ad opera di Heden e collaboratori.nutritionfitness

 

L’obiettivo della ricerca era determinare se è più efficace effettuare un allenamento di forza prima o dopo il pasto per regolarizzare, o ridurre, i livelli di insulina, glucosio e trigliceridi (TAG), tutti fattori associati a rischio cardiovascolare e diabete di tipo 2 ed infiammazione di basso livello.

Trenta persone obese affette da diabete di tipo 2 sono state sottoposte a tre diverse situazioni sperimentali: esercizio prima del pasto, esercizio 45’ minuti dopo il pasto e nessun esercizio. In tutte le situazione gli esercizi erano costituiti da allenamenti di forza. Sorprendentemente l’esercizio post prandiale ha abbassato il livello di TAG del 92% rispetto all’esercizio pre-prandiale e al non esercizio. Il glucosio è stato del 18% più basso nel gruppo di esercizio pre-prandiale e del 30% nel gruppo post-prandiale rispetto al gruppo che non effettuava allenamento. L’insulina è risultata ridotta rispettivamente del 35% e del 48% nei gruppi pre-prandiale e post-prandiale rispetto al gruppo di inattivi. I risultati suggeriscono che al fine di ridurre i fattori di rischio associati all’alimentazione è vantaggioso allenarsi, con esercitazioni di forza, circa un’ora dopo il termine del pasto. Seppur l’allenamento pre-pasto incide sul glucosio e sull’insulina l’esercizio post-prandiale oltre ad essere percentualmente più incisivo su queste due variabili agisce in modo sostanziale anche sui TAG. Personalmente consiglio di prendere l’abitudine di fare 3-4 serie di piegamenti sulle braccia o 7-8 serie di scale prima dei pasti, ora consiglierò di fare lo stesso anche un’oretta dopo i pasti. Sembra che la nota massima latina Post prandium aut stabis aut lente deambula bis (dopo la cena o si riposa o si passeggia lentamente ) abbia bisogno di essere rivista!!!


 

Fonte

J Appl Physiol (1985). 2014 Dec 24:jap.00917.2014. doi: 10.1152/japplphysiol.00917.2014. [Epub ahead of print]
Post-dinner resistance exercise improves postprandial risk factors more effectively than pre-dinner resistance exercise in patients with type 2 diabetes.
Heden TD, Winn NC, Mari A, Booth FW, Rector RS, Thyfault JP, Kanaley JA.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...