Problemi gastrointestinali e Ironman

Uno dei problemi che affliggono molti triatleti dediti alla distanza Ironman durante la competizione è relativo al tratto gastrointestinale. Generalmente si manifesta nella maratona finale con effetti ed esiti che spesso conducono al ritiro o, comunque, ad un deterioramento importante della prestazione. Si presenta con diverse sintomatologie. Alcuni sintomi, detti primari, sono direttamente relazionati al tratto gastrointestinale, appartengono a questa categoria dolori addominali, vomito, diarrea e gonfiore.ChrisLeghSkype1 Altri, detti secondari, pur avendo una causa gastrointestinale si manifestano in altri distretti. Appartengono a questa categoria ipoglicemia, crampi muscolari, capogiro e esaurimento dei substrati energietici spesi durante la performance. I sintomi secondari generalmente sono provocati a monte da un malassorbimento di nutrienti e liquidi da parte dell’intestino. Durante la finale mondiale di Ironman a Kona del 1997 a 50 metri dal traguardo Chris Legh, che stava concludendo la gara in quinta posizione assoluta, crollò a terra senza riuscire ad oltrepassare la finish line di Alii Drive. Fu ricoverato in ospedale e sottoposto ad un intervento di rimozione di parte dell’intestino necrotizzato a causa di una grave colite ischemica. Continua a leggere…

Annunci

Metabolismo del ferro, sport ed esigenze nutrizionali

Per comprendere l’importanza del ferro nel nostro organismo basta ricordare quanto accaduto ai giochi olimpici di Londra del 2012. Nella gara di triathlon femminile una forte atleta canadese, Paula Findlay, taglia il traguardo in ultima posizione tra le lacrime. La successiva diagnosi è impietosa: grave anemia. paulafindlay.jpeg.size.custom.crop.794x650Quello che risulta incomprensibile è come una top atleta seguita da un team di nutrizionisti ed allenatori abbia potuto incorrere in un’ anemia da sport.Continua a leggere…