CITOCHINE, SALUTE ED ESERCIZIO FISICO

Citochine

Le citochine sono delle proteine secrete dalle cellule del sistema immunitario per coordinarne il funzionamento, tuttavia recentemente si è scoperto che molti altri tipi di tessuti sono in grado di produrle con azioni molto importanti per l’organismo. Agiscono come messaggeri e per molti aspetti si comportano come gli ormoni, riuscendo a trasportare l’informazione anche molto lontano dal sito di produzione ed esercitando un’azione endocrina. Generalmente il loro campo di intervento è molto circoscritto con un effetto “autocrino”, che significa sulla cellula stessa che le ha prodotte, modificandone il comportamento, o “paracrino”, comunicando con le cellule adiacenti.

Continua a leggere…

Lo stress: come gestirlo (parte terza)

Uno studio di Zautra e collaboratori (2010) ha indagato l’effetto di una riduzione volontaria della frequenza respiratoria, pari alla metà di quella abituale, su due gruppi di soggetti sottoposti a stimoli termici dolorosi. Un gruppo era costituito da donne affette da fibromialgia, una sindrome caratterizzata da dolore muscolare diffuso cronico, mentre il gruppo di controllo era costituito da donne in buono stato di salute. Secondo gli autori dello studio la fibromialgia ha origine da uno squilibrio dei centri nervosi deputati al controllo delle emozioni e implica uno sbilanciamento del sistema nervoso autonomo nel rapporto tra sistema simpatico e parasimpatico.

Continua a leggere…

Lo stress: effetti (parte seconda)

Nel precedente articolo ho parlato di quali sono le cause che determinano lo stress e di come agisce sull’organismo. La domanda rimasta in sospeso rimandava alla possibilità di utilizzare delle tecniche per attenuare e ridurre gli effetti dello stress, prima vorrei analizzare gli effetti dello stress. Desidero puntualizzare e soffermarmi particolarmente sulla terminologia utilizzata. Le tecniche di riduzione dello stress servono a ridurre gli EFFETI che lo stress esercita sull’organismo ed in qualche misura a rendere consapevoli che nella nostra condotta di vita c’è qualcosa da variare. Il “qualcosa da variare” sono le CAUSE determinanti che hanno a che fare con uno stile di vita non equilibrato di cui occorre farsi carico. Esistono svariate tecniche per riequilibrare il nostro organismo: Yoga, Meditazione, Musico terapia, terapie Cognitive, etc. Ognuna di esse agisce a diversi livelli e con differente impatto sul sistema nervoso, immunitario ed endocrino. Nel prossimo articolo presenterò una tecnica basata sulla respirazione, quindi cerchiamo di chiarire perché è importante la respirazione e come lo stress la condiziona.

Continua a leggere…

Lo Stress (parte prima)

Cosa è lo stress? Come agisce? E’ possibile controllarlo? Il termine stress ha assunto, nell’immaginario collettivo, un connotato del tutto negativo nonostante, nella realtà, esso sia un processo fondamentale per il mantenimento della vita. Il fisiologo Hans Selye, introdusse il temine stress in ambito psico-fisiologico in un libro che è una delle pietre miliari della ricerca fisiologica: “Stress without Distress (1974)”.

Continua a leggere…

Le basi del metodo FlessibilMente

Il principio su cui si basa FlessibilMente è la focalizzazione dell’attenzione sulle sensazioni inviate ininterrottamente dal corpo. Il cervello umano è un elaboratore di informazioni a capacità limitata e la quantità che l’ambiente, interno ed esterno, gli invia continuamente è enorme, per questo motivo esso utilizza delle strategie di gestione molto sofisticate. Nello specifico queste strategie si occupano di filtrare, in modo appropriato, le informazioni portando a livello di attenzione quelle essenziali per far fronte alle diverse situazioni. Le informazioni sono inoltre “impacchettate” in schemi in modo che la loro memorizzazione e successiva selezione siano il più efficienti possibile.

Continua a leggere…

Recuperare con lo Yoga

Lo Yoga è una pratica millenaria costituita da una serie di posizioni, chiamate asana, da eseguire rispettando un preciso ritmo respiratorio. Il numero di persone che si avvicina a questa disciplina è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni convincendo anche quelli che ne avevano un’immagine legata al misticismo e all’esoterico. Anche la ricerca scientifica ha studiato gli effetti della pratica dello Yoga sull’organismo rilevando degli interessanti risvolti per quel che concerne il recupero psico-fisico. Come per la respirazione e la meditazione, lo Yoga si è dimostrato efficace nel contrastare gli effetti deleteri dello stress ossidativo (Sinha e al. 2007).

Continua a leggere…

Recuperare con la meditazione

La meditazione ha da poco tempo attratto l’interesse della comunità scientifica, al pari delle discipline con stretti legami religioso-filosofiche, ritenendo, forse, che appartenesse più al regno del misticismo che non a quello rigoroso dell’indagine sistematica e rigorosa. La meditazione è una pratica, che in diverse filosofie, costituisce un mezzo per la congiunzione dell’uomo con il suo essere divino, tuttavia si è dimostrata molto influente sull’attività e la struttura cerebrale. Il cervello è composto da circa 100 miliardi di cellule chiamate neuroni che, durante la loro attività, producono dei potenziali elettrici la cui somma è rilevabile come onde elettriche per mezzo di uno strumento chiamato elettroencefalografo.

Continua a leggere…